Ascoli Piceno: la cultura muove le montagne

Ascoli Piceno: la cultura muove le montagne. Candidata capitale italiana della cultura 2024. A breve le 10 finaliste

Sono una Guida Ambientale Escursionista, amo profondamente le nostre montagne e da sempre sostengo chi le valorizza. Il Comune di Ascoli Piceno ha fatto un ulteriore passo: si è candidata come “Capitale Italiana della Cultura” per il 2024 con il titolo dell’iniziativa: “La Cultura muove le montagne”. Sto fremendo per l’annuncio del MIC (Ministero della Cultura) del 18 gennaio p.v. che sancirà le 10 finaliste.

L’idea progettuale è partita da lontano. Marco Fioravanti, appena divenuto sindaco nel giugno del 2019, avvia una serie d’incontri con tutti gli operatori turistici. Proprio tutti. Dalle grandi associazioni di categoria, Confcommercio, Federalberghi etc alla singola guida turistica, albergatore, B&B ristoratore della città. Da lì si è creata una squadra di coordinamento ed eletti rappresentanti. Con due obbiettivi, guardare a una nuova Ascoli Piceno nel lungo termine per rispondere alle future esigenze turistiche e avviare un progetto che portasse alla candidatura per “Capitale Italiana della cultura”.

Dopo oltre un anno di lavoro, nel gennaio 2021 ufficializzano la candidatura con la Delibera della Giunta Comunale n. 12 del 26/01/2021

Il 26 Ottobre 2021 il Ministero enuncia le 23 candidate che hanno prodotto un fascicolo idoneo e quindi risultate ammissibili alla seconda fase. Fra esse Ascoli Piceno.

Ora manca poco. Entro il 18 gennaio la commissione annuncerà le 10 finaliste che accederanno alla terza e ultima fase. Lì le candidate avranno mezz’ora di tempo per descrivere il progetto e rispondere ai quesiti della commissione ed entro il 1 marzo sapremo la “Capitale italiana della cultura 2024”.

Fremo. Si perchè, chi fa turismo, e lo fa in maniera professionale, sa quanto sia importante questo riconoscimento. Sia in termini di “fatturato” sia in termini di visibilità che alzerà il livello della richiesta e quindi dell’offerta, scremando quindi gli operatori non adeguati e proiettando l’intera area delle Marche sud a un livello superiore di un turismo di qualità.

Non solo Ascoli Piceno quindi, ma Fermo, Macerata e aggiungo senza timore di smentita anche Teramo. Ed io ci sono come UE CLIMATE PACT AMABSSADOR https://europa.eu/climate-pact/ambassadors/meet-our-ambassadors/emanuele-luciani_en come Guida Ambientale Escursionistica abilitata e iscritta all’albo regionale. come guida del GABA “Grande Anello dei Borghi Ascolani” podio all'”Italian Green Road Award” https://igraw.bike/vincitori-2021/ (un mio articolo pre annuncio vincitori https://galee.eu/italian-green-road-award-il-gaba-candidato-unico-per-le-marche/) e come autore del MIO TACCUINO GABA https://galee.eu/il-grande-anello-dei-borghi-ascolani-guida-e-taccuino-letterario/ . Insomma sono pienamente coinvolto e non mi tiro indietro nell’elogiare il coraggio dell’amministrazione.

La competizione è alta ecco l’elenco di tutte le candidate in attesa delle finaliste:

1. Ala (Trento) – Ala. La cultura che avvolge
2. Aliano (Matera) – Aliano sguardi oltre confine
3. Ascoli Piceno – La cultura muove le montagne
4. Asolo (Treviso) – Asolo 2024 Capitale italiana della cultura
5. Burgio (Agrigento) – Ubertosissima civitas: Burgio città della ceramica e delle campane
6. Capistrano (Vibo Valentia) – Capistrano, la cultura ci ripopola
7. Chioggia (Venezia) – Chioggia, sale di cultura
8. Conversano con l’Area metropolitana di Bari (Bari) – Conversano 2024. Una nuova dimensione della cultura
9. Diamante (Cosenza) – Diamante 2024. La Storia ha un futuro brillante
10. Gioia dei Marsi (L’Aquila) – Il fiore tra le macerie
11. Grosseto – Grosseto 2024, naturalmente culturale
12. La Maddalena (Sassari) – La Maddalena Capitale italiana della cultura 2024
13. Mesagne (Brindisi) – Umana meraviglia
14. Pesaro (Pesaro e Urbino) – La natura della cultura
15. Pordenone – Pordenone, la porta si apre
16. Saluzzo con le Terre del Monviso (Cuneo) – Saluzzo Monviso 2024. Una montagna di futuro
17. Sestri Levante con il Tigullio (Genova) – Atlante culturale del Tigullio. Includere e valorizzare secondo l’ispirazione “baudelairiana”: luxe, calme et volupté
18. Siracusa – Siracusa 2024. Città d’Acqua e di Luce
19. Unione Comuni Montani Amiata Grossetana (Grosseto) – Amiata 2024. Il respiro della cultura, la cultura respira
20. Unione Comuni Paestum-Alto Cilento (Salerno) – La Cultura dell’Unione
21. Viareggio (Lucca) – Viareggio la cultura si sente
22. Vicenza – Vicenza 2024. La cultura è una bella invenzione
23. Vinci (Firenze) – Vinci 2024. Cultura dell’impossibile

Questo il sito ufficiale del MIC https://www.beniculturali.it/comunicato/21507

Da quando è stato istituito questo premio, il 2015 si sono avvicendate:

  • 2015 per decreto d’istituzione: Cagliari, Lecce, Perugia, Ravenna, Siena
  • 2016 Mantova
  • 2017 Pistoia
  • 2018 Palermo
  • 2019 Matera
  • 2020-2021 Parma (titolo esteso di un anno causa Covid19)
  • 2022 Procida (per il programma in corso https://www.procida2022.com/)
  • 2023 saranno le città di Brescia e Bergamo)
  • 2024??????

Insomma si potrebbero aprire un’infinita gamma di possibilità… ansia comune mezzo gaudio

Emanuele Luciani

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Lascia un commento